Icone di style: Marlene Dietrich

Lo stile inconfondibile della "donna che persino le donne possono adorare"

Come si può essere nati nel 1901 ed essere ancora, in pieno 2018, delle icone di stile? È semplice, se la nata in questione è Marie Magdalene Dietrich, detta Marlene.

Berlinese di nascita e americana di adozione, Marlene è stata tra le prime vere dive del cinema e non è eccessivo parlare di lei come di una leggenda.

Della vita dell’attrice infatti si sa molto, ma è altrettanto vero che molto di quanto si sa appartiene alla mitologia che circondava tutto il suo personaggio. Quel che sappiamo è che, dietro l’aria di una creatura algida e distaccata si celava una donna mossa da una grande disciplina, con una forte passione per il suo lavoro, e con una vita privata a dir poco turbolenta, ma sempre avvolta da un grandissimo mistero, che lei stessa contribuì ad alimentare.

Gran parte del suo fascino derivava proprio dalla sua ambiguità; definita “la donna che persino le donne possono adorare”, Marlene amava molto giocare con la sua androginia: ebbe relazioni con uomini e donne, e non era raro che indossasse abiti maschili, cosa abbastanza insolita, negli anni Trenta. Grazie a lei, però, questo stile è diventato un evergreen della moda “à porter” e della haute couture, rivisitato in mille modi diversi sulle passerelle da decenni.

Ma è impossibile riprodurre alla perfezione lo sguardo e lo stile di Marlene, frutto di una classe innata; però, con un po’ di impegno, possiamo sentirci delle algide dive di Hollywood anche noi. Partiamo dal guardaroba: via libera a camicie, giacche, pantaloni dalle linee essenziali, e stringate senza tacco. Il look di Marlene era molto spesso completato da un cappello, vero elemento di stravaganza in un insieme così rigoroso.

Per quanto riguarda il makeup, invece, il primo passo è rendere uniforme l’incarnato, eliminando le imperfezioni, ricreando quell’effetto “pelle di porcellana” che rendeva il volto delle dive ancora più etereo. Le sopracciglia di Marlene sono sempre state molto sottili, come era in voga negli anni Trenta soprattutto, e lo sguardo è reso ancora più languido dalle ciglia lunghe, lunghissime, sottolineate solo da una riga di eye liner. Per accentuare il distacco tra la rima ciliare e il resto dell’occhio, possiamo applicare dell’ombretto color tortora, l’importante è non scegliere colori troppo lontani dalle nuance della pelle.

Una vera diva non può fare a meno della cifra distintiva delle labbra scarlatte: contorno ben definito dalla matita, e colore shimmer ma non troppo, sui toni del rosso caldo o freddo; a seconda dell’umore del momento, ovviamente.

Il bellissimo volto di Marlene è caratterizzato da un elemento su tutti: gli zigomi; perciò, se vogliamo ricreare il suo look, è d’obbligo un po’ di contouring, per esaltare in modo ben definito, calibrando zone di ombra e di luce, gli zigomi.

Marlene, da vera tedesca doc, aveva i capelli di un caldo biondo dorato, che ha portato quasi sempre piuttosto corti e sempre ondulati; il ferro arricciacapelli sarà il nostro alleato per ricreare le sue acconciature.

Non scopriremo mai tutti i segreti che Marlene Dietrich ha portato con sé, diventando una diva, un’icona, un’autentica leggenda, ma le abbiamo rubato almeno qualche segreto di bellezza: in fondo, in ognuna di noi si nasconde una diva!

Stella


ARTICOLI CORRELATI

Chiedilo a Stella

Hai bisogno di un
consiglio personalizzato?

Vorresti maggiori informazioni
su un prodotto?

Scrivi ora

FACEBOOK