Una pelle senza stress!

Strategie di recupero per la pelle stressata dall’estate

Il rientro alla routine ha lasciato il segno: un po’ di spaesamento, come se fossimo preda del jet lag anche senza essere stati in capo al mondo, qualche contraccolpo fisico dovuto alla ripresa di ritmi sonno-veglia e stili di alimentazione totalmente opposti a quelli adottati in vacanza. Ma i segni del ritorno dalle vacanze sono rimasti anche sul viso: discromie causate dall’abbronzatura, stress da smog, pelle secca o grassa, occhiaie… insomma: serve correre ai ripari per tamponare la situazione e apparire luminose nella forma e nella sostanza, ovvero grazie al make-up e grazie a un’azione mirata a ristabilire la salute della pelle del viso.

Iniziamo dalla skincare vera e propria, senza la quale ogni trucco è vano. Per contrastare le discromie, favorendo il rinnovamento della pelle grazie all’eliminazione delle cellule morte, possiamo dedicarci a uno scrub; potremmo anche optare per un peeling – che agisce chimicamente, a differenza dello scrub che ha un’azione “meccanica” attraverso lo sfregamento vero e proprio sulla pelle – ma il peeling deve essere molto delicato, dal momento che stiamo agendo su una pelle che è già stressata. Stimolando la pelle a rinnovarsi tramite questi trattamenti, faremo in modo da ripristinare più velocemente un colorito uniforme senza fastidiose macchie.
L’estate ha messo alla prova l’elasticità della pelle, che può addirittura “tirare” un po’: per farla riprendere basta darle un extra di idratazione; non solo al mattino, ma anche prima di andare a letto, usiamo una crema idratante un po’ più corposa per sostenere il viso provato da tante settimane di caldo e sole.

Ma a proposito di idratazione, non dimentichiamo che la pelle è una sorta di lavagna, su cui è scritto tutto quello che il corpo ha da dirci: perciò, per una pelle che appaia idratata occorre che il corpo sia ben idratato. Riprendiamo anche le buone abitudini alimentari, dunque: bere molta acqua e mangiare in maniera sana, equilibrata e regolare; la pelle risentirà in modo incredibilmente evidente dei benefici di una corretta alimentazione!

Soltanto dopo aver “curato” la pelle, possiamo procedere al make-up per contrastare i segni lasciati dall’estate in attesa che le nostre buone abitudini facciano effetto.
Un grande aiuto può arrivare da un fondotinta ad alta coprenza, che contrasta in modo deciso le discromie ed eventuali macchie causate dall’esposizione al sole; applichiamo il prodotto con una spugnetta o con l’apposito pennello e cerchiamo una formulazione che non soffochi la pelle nonostante la coprenza elevata: siamo pur sempre in fase di ripresa!
Per intervenire in maniera più forte e mirata su occhiaie, brufolini o macchie più piccole, affidiamoci al correttore, da applicare in piccole dosi e stendere con i polpastrelli in caso di prodotto in stick e con l’apposito pennellino in caso di formulazione cremosa.
Va da sé che, con la pelle abbronzata, le tonalità della base trucco debbano essere diverse da quelle che usiamo in inverno. Tranne per la cipria, che ci sarà utile per fissare il trucco e rendere meno opaca la pelle. La cipria, infatti, possiamo sceglierla in una comodissima formulazione trasparente, adatta a ogni nuance di pelle e ogni stagione: un vero passe-partout! Questo della cipria trasparente fissante, è un passaggio che però è poco consigliato per pelli già particolarmente secche, poiché la cipria tende ad “asciugare”,ragion per cui si rivela invece preziosa per le pelli particolarmente grasse che tendono a diventare lucide.

Rimettendo in ordine le giuste abitudini e applicando con ordine i giusti prodotti, la pelle sarà pronta ad affrontare l’inverno rinnovata e senza stress!


ARTICOLI CORRELATI

FACEBOOK