Un’estate bionda. Anzi, biondissima!

Non basta semplicemente tingersi di biondo:
per splendere quest’estate i capelli saranno di un biondo estremo

Sembra difficile vederla arrivare, ma l’estate è davvero dietro l’angolo! E come sempre, ne approfittiamo per sperimentare, divertirci anche nei look, cambiare e rinnovarci. E spesso il rinnovamento parte dalla testa, o meglio: dai capelli. 

In particolare, dato il periodo, abbiamo anche voglia di alleggerirci parecchio la testa: e non solo quanto a forme e volumi, ma anche nel colore. Affrontiamo l’estate all’insegna del biondo, dunque! 

Ma non un biondo normale. Al bando i biondi-blandi, un po’ caramellati, belli ma con poco carattere. Questa è l’estate per osare un biondo che più biondo non si può. 

Senza sfumature, un colore compatto che fa splendere i capelli e di conseguenza anche noi. 

L’esempio perfetto è la giovanissima Billie Eilish, che ha sorpreso decine di milioni di follower Instagram con un cambio di look tanto drastico quanto riuscito; da un intenso bruno con flash verde fluo, al blu, al color ghiaccio, Billie ci aveva abituati a tutto.
Ma ciononostante l’effetto wow per il compattissimo e platinatissimo biondo è rimasto intatto. Merito anche di una tonalità particolarmente azzeccata, perché non basta concentrarsi sul concetto di “biondo estremo”: serve anche scegliere il sottotono migliore che si possa adattare al nostro stile e alla nostra carnagione. Il biondo, anche quello più luminoso, è davvero un universo dalle mille sfaccettature!

L’altro aspetto peculiare di questo biondo è che non è il tipo di tinta che si può fare in casa. Passare a un colore così chiaro ed “estremo” richiede un percorso delicato che deve essere fatto da professionisti e che può essere anche molto lungo. Per intenderci, Bilie Eilish ci ha messo ben sei settimane per passare dal suo colore a questo straordinario punto di biondo.

Ovviamente, più è scura la base di partenza, più occorreranno tempo e cure per arrivare a un risultato uniforme e curato. E, a proposito di cure, parliamo pur sempre di uno stress a carico dei nostri capelli: per questa ragione è fondamentale prendersi cura del risultato non solo in ambito ricrescita (da “tamponare” alle prime avvisaglie!) ma anche in termini di nutrimento e sostegno, con appositi prodotti e routine per i capelli trattati. Si tratta di una fase che affronteremo anche in casa, shampoo dopo shampoo, per mantenere in forma e in salute la chioma più luminosa che c’è! 


ARTICOLI CORRELATI

FACEBOOK