Il segreto dell’abbronzatura perfetta

L’olio abbronzante è un prezioso alleato anche per tutelare la pelle dai danni dell’esposizione al sole

Per fortuna sono lontani i tempi in cui si pensava che per avere un’abbronzatura fantastica bisognasse esporsi per ore al sole come lucertole: sappiamo tutti, infatti, che il sole fa bene solo in alcuni momenti della giornata, mai per troppo tempo, e soprattutto mai senza un’adeguata protezione, da scegliere in base al nostro fototipo e a quanto siamo ancora pallidi o già abbronzati.
Ma c’è un prodotto che può aiutare ad abbronzarsi meglio e senza rischi: l’olio abbronzante, che – a dispetto del nome – non serve semplicemente “ad abbronzarsi”, ma a molto di più!

La prima cosa da tenere a mente, però, è che l’olio va usato sulla pelle non completamente candida: in questa prima fase, dunque, affidiamoci alla tradizionale crema protettiva con fattore abbastanza alto. Dopodiché, quando il gioco si fa duro… i duri usano l’olio abbronzante! Ma la protezione non va mai dimenticata: molti prodotti sul mercato (fortunatamente quasi tutti) contengono infatti anche un fattore di protezione solare, più o meno alto; scegliamo sempre questo tipo di olio, e con un SPF (Sun Protection Factor) adatto alla nostra carnagione. Non esistono trucchetti o scorciatoie: l’olio accelera il processo di abbronzatura, ma non può e non deve fare miracoli; la pelle va rispettata e ha bisogno dei suoi tempi per prendere colore senza controindicazioni a breve o lungo termine.
Tra i vantaggi dell’uso dell’olio abbronzante c’è sicuramente l’idratazione: il sole infatti tende a seccare la pelle, e l’olio essendo un ottimo idratante, ci aiuterà a mantenere la pelle elastica e a non invecchiare precocemente.
Inoltre, alcuni olii sono anche arricchiti di vitamine, dunque mentre ci abbronziamo, ci idratiamo, ci manteniamo giovani, e ci proteggiamo dai raggi UV, nutriamo anche la pelle!

Ma come orientarsi nel mare di olii abbronzanti che troviamo in profumeria?
La cosa più importante, è trovare un prodotto che contenga sempre un minimo SPF. Più la nostra pelle è chiara e delicata, e dunque facile alle scottature, più questo dovrà essere alto. Il resto è frutto del vostro gusto e del vostro buon senso, anche pratico: esistono infatti prodotti waterproof che non vanno necessariamente riapplicati dopo il bagno; ma vi consiglio di farlo comunque, in caso di nuotate particolarmente lunghe, e di applicarlo sempre prima di esporvi al sole e mai sul viso, perché la pelle in quella zona è più delicata e necessita di prodotti specifici.
Ora non ci resta che andare in profumeria e trovare l’olio dei sogni!

Stella


ARTICOLI CORRELATI

FACEBOOK