Pixie cut: il taglio perfetto per i capelli bianchi

I capelli bianchi non solo sono di moda, ma possono essere il modo migliore per valorizzare la propria bellezza naturale, basta scegliere il taglio giusto

La Bellezza è soprattutto libertà: si splende davvero quando ci sentiamo liberi e libere di essere ciò che più ci rappresenta. E questo significa anche portare addosso con serenità i segni del tempo che passa; non tutti hanno la smania di apparire eternamente giovani, anzi: è sempre più diffuso l’orgoglio Perennial. I Perennial sono una perfetta fusione fra i tanto vituperati boomer e millennial; hanno i valori e la voglia di lavorare dei boomer, e la curiosità e la passione per la tecnologia (e i social) dei millennial. 

I Perennial sono nati fra gli anni Trenta e gli anni Cinquanta e sono una generazione evergreen, persone sempreverdi che restano sempre curiose e interessanti nonostante l’età: attivi e attenti al proprio stile di vita, non nascondono gli anni, ma li vivono al massimo, senza preoccuparsi troppo di essere o apparire “indietro”. 

Gli anni si possono indossare splendidamente, se ci si prende cura di sé; come con un buon taglio di capelli, ad esempio. E il taglio perfetto per un viso un po’ agé è il pixie cut: un taglio corto ed estremamente versatile, ragion per cui riesce a ringiovanire davvero tutte. Alcuni nomi: Jane Fonda, regina del pixie cut color ghiaccio; Tilda Swinton, che ha fatto dei capelli corti la sua bandiera da sempre, e ora più che mai; Sharon Stone, che non ha pensato di stravolgersi i connotati, ma semplicemente di adattare il suo look alla sua età e mai scelta fu più saggia; e la nostra Orietta Berti, che al Festival di Sanremo ha dimostrato di avere l’attitudine più rock di tutti, e che dietro quell’aria da signora ci sono grinta e disciplina, come svelano i suoi capelli cortissimi, rossissimi e dalle geometrie ben studiate. 

Già, perché il segreto del pixie cut è proprio la geometria: il taglio può variare a seconda dell’effetto che si vuol ottenere. Più corto e sfilato aiuta a dare definizione agli zigomi e alla parte inferiore del viso; un pixie cut leggermente più lungo e voluminoso riesce a creare un effetto ottico di “lifting”, facendo apparire il viso più tonico nel suo complesso. 

Ecco perché è un taglio che può star bene davvero a tutte – letteralmente da Sharon Stone a Orietta Berti – purché dietro vi sia un attento studio delle forme e dei volumi del viso, e del tono della pelle, in modo da scegliere anche il colore giusto: è vero che white is the new blonde, ma esistono tanti tipi di “bianco”; dal ghiaccio freddissimo al bianco più “caldo” che deriva dal biondo. 

Le Perennial sicuramente saranno già alla ricerca del pixie cut dei sogni, non resta che schiarirsi le idee e poi andare dal parrucchiere a schiarirsi anche i capelli! 


ARTICOLI CORRELATI

FACEBOOK