Oscar 2019: i look del red carpet

Tanti luccichii, e molte sorprese

Se dovessimo scegliere di ricordare solo da pochi ma significativi dettagli la novantunesima edizione dei Premi Oscar, che si è conclusa a Los Angeles poche ore fa, sarebbero due, in particolare: il primo è che questa è stata la prima edizione senza un conduttore, e non ci è affatto dispiaciuto; il secondo dettaglio è decisamente più abbagliante ed è il glitter, o meglio, il metallo in tutte le sue luccicanti forme. Molte delle star che hanno sfilato sul red carpet hanno scelto di indossare abiti che per via della texture hanno finito col somigliarsi molto, nonostante il taglio diverso: Molly Sims, Jennifer Lopez e Brie Larson, ad esempio, hanno optato per tre diversi abiti lunghi in argento, che – sebbene fossero di diversi stilisti – non hanno reso unica nessuna delle tre.
Emma Stone ha indossato invece un lungo Louis Vuitton con effetto rame e taglio delle spalle vagamente “spaziale”. In oro, invece, Glenn Close, candidata al premio come miglior attrice: vestirsi del colore dell’Oscar non le ha portato fortuna, ma il suo abito – confezionato per lei da Wes Gordon e Carolina Herrera con quattro milioni di perline – è degno di una regina. E mentre la regina deve sopportare il peso della corona, Glenn ha dovuto sopportare quello del vestito: lei stessa ha detto che pesa ben venti chili. Non sappiamo se sia un’esagerazione, ma di certo non era leggero!
Ben più furba Lady Gaga – candidata anche al premio come miglior attrice protagonista, e invece vincitrice per la miglior canzone – che ha scelto di brillare grazie a un collier di Tiffany con diamante giallo, del valore di trenta milioni di dollari: del vestito, capirete, ci siamo accorti poco.

La statuetta di miglior attrice alla fine è andata a Olivia Colman, straordinaria ne “La Favorita”, e meravigliosa anche nel suo abito Prada di un intenso verde scuro, che un po’ ricordava i drappi di una regina.
A proposito di regine… Helen Mirren – indimenticabile e perfetta Elisabetta II in The Queen, che qualche anno fa le valse l’Oscar – ha indossato un incantevole abito in tutte le nuance del rosa, colore principe della serata (lo hanno sfoggiato anche Julia Roberts e Sarah Paulson, ad esempio). A dir poco raggiante e autenticamente bellissima con i suoi 73 anni, non ci sono parole: una regina è sempre una regina.
In rosa anche un’ospite inattesa e decisamente fuori dal coro delle star di Hollywood: la minuta Marie Kondo, regina del decluttering (di cui anche noi abbiamo parlato qui), ha sfilato contentissima sul red carpet con un grazioso abito rosa antico di Jenny Packman: ordinatissima!
Menzione d’onore a Charlize Theron, in una affascinante versione bruna con caschetto; l’attrice sudafricana ha indossato un abito Dior celeste, super accollato – ma impreziosito da un collier Bulgari – ma al momento di mostrare lo strascico del vestito, ecco spuntare un altro dettaglio “wow”: la vertiginosa scollatura sulla schiena. Promossa a pieni voti per l’effetto sorpresa.

Non continueremo la nostra rassegna con i bocciati, anche se sarebbe opportuno dire qualcosa a Emily Ratajkowski, che essendo bellissima qualsiasi cosa indossi, forse ha esagerato, scegliendo un abito color carne che non la valorizzava affatto; ma è meglio invece chiudere con un’ultima menzione sul red carpet al maschile. Tra eleganti smoking, affascinanti completi in velluto (che in pochi possono permettersi, e Jon Hamm è tra questi), spicca su tutti Billy Porter, attore della serie televisiva Pose.
Porter ha indossato un abito di Christian Siriano, con giacca in velluto nero e revers grigi, abbinata a una pomposissima gonna dello stesso tessuto della giacca, e con tanto di strascico. A completare il look, la classica fascia da smoking, stretta in vita, un ricco papillon, e una camicia bianca con ruches sulle maniche. Un’apparizione, un look che mescola i generi e al contempo li supera: il “wow” più forte e bello di questi Oscar 2019. Più memorabile di tutti i luccichii!


ARTICOLI CORRELATI

FACEBOOK