Nicole Kidman: la diva senza tempo

Cresce, si evolve, ma sembra non invecchiare mai davvero: tutti i segreti della diva australiana

Da timida e impacciata ragazza australiana a diva eterea e sicura di sé: la crescita di Nicole Kidman è stata a dir poco sorprendente. All’alba dei suoi cinquantadue anni (è nata il 20 giugno 1967 da genitori australiani), l’attrice premio Oscar sta per tornare con la seconda stagione di Big Little Lies, serie (quasi) tutta al femminile, con un cast che include attrici come Reese Witherspoon e Meryl Streep. I tempi della sua chioma fulva e gloriosamente riccia sembrano lontanissimi, quando il pubblico italiano ha iniziato ad accorgersi di lei in film come “Ore 10: calma piatta” o “Giorni di tuono” (sul set del quale conobbe il suo primo marito Tom Cruise).

In questa prima fase della sua carriera, Nicole conquista – oltre che grazie al suo talento – sfoggiando una bellezza naturale: i capelli sono lasciati liberi in un riccio stretto, rinascimentale, del colore che tradisce subito le sue origini irlandesi oltre che australiane. La pelle è di un candore quasi irreale, interrotto soltanto da un lieve rossore sulle gote che contribuisce a quell’aria da ragazza semplice, sana, spontanea che aveva in quegli anni.

Con il passare del tempo, il look di Nicole Kidman è diventato più raffinato: il trucco si è fatto più consapevole, e pur rimanendo in toni molto naturali, si nota una maggiore attenzione a tenere a bada le discromie della pelle del viso, e ombretto e rossetti rispettano i trend del momento (siamo a metà degli anni Novanta), ma senza discostarsi mai troppo da una palette calda che si adatta alla perfezione ai colori di Nicole. È questo il momento in cui inizia a osare anche con le pettinature, sfoggiando per le prime volte anche un affascinante liscio, e iniziando a giocare con i colori, virando il suo rosso verso un biondo, sempre con sottotono caldo.

Il guardaroba di questi anni è ancora un po’ ingenuo, pur essendo in perfetto stile ‘90s; per la sera, abiti neri – lunghi o cortissimi, in tessuti allora molto di moda come il velluto – e per gli eventi diurni stampe floreali in tutte le possibili declinazioni, con tanto di cappellino di paglia, un vezzo che aveva l’utile risvolto di proteggere il candore etereo della carnagione dell’attrice.

Arriva la fine del millennio, e con essa “Eyes Wide Shot”, il film di Stanley Kubrick che scopre un lato sensuale di Nicole Kidman che fino a questo momento era rimasto in ombra. Una lavorazione tipica del metodo di Kubrick, maniacale ed estenuante per gli attori, tanto che si vocifera che la crisi tra la Kidman e Tom Cruise sia nata proprio sul set di questo film; non che il film ne sia stata la causa, ma certamente non ha aiutato.

Dopo questa piccola rivoluzione, nel bene e nel male, Nicole inizia a presentarsi con un look decisamente più sofisticato e sensuale. Femminile lo è sempre stata, ma è come se da questo momento in poi avesse meno remore a mostrarsi tale e a enfatizzare i punti forti della sua bellezza e del suo fisico statuario.

I capelli ormai sono definitivamente biondi, salvo diverse esigenze di copione, e i suoi successi – e certamente anche il passare del tempo – l’hanno resa una donna più consapevole, dei propri punti di forza e anche dei propri punti deboli. Negli anni duemila infatti Nicole si lascia andare a qualche ritocco estetico, fortunatamente non irreversibile: le labbra gonfiate artificialmente con il botox non hanno affatto valorizzato la sua bellezza, anzi; l’effetto era di un qualcosa di innaturale, che faceva rimpiangere i suoi lineamenti ben più sottili e delicati. Non è da escludere che sia ricorsa alla medicina estetica anche per altre cose (come le piccole rughe d’espressione che arrivano con l’età), ma in quel caso i risultati devono essere stati ben migliori, se a noi risulta sempre bellissima e uguale a se stessa.

La bellezza di Nicole Kidman è certamente un dono della Natura, ma anche frutto di attenzione a uno stile di vita sano e – perché no – un giusto equilibrio nella scelta dei trattamenti estetici a cui sottoporsi per affrontare serenamente l’avanzare dell’età. Nicole ha capito che per sentirsi belle bisogna essere a proprio agio con se stesse, e alla vigilia del suo compleanno, possiamo dire che questo equilibrio sembra averlo finalmente trovato.


ARTICOLI CORRELATI

FACEBOOK