La magia della luce

L’illuminante è il segreto per una pelle luminosa in pochi passaggi: basta conoscerne tutti i segreti

Non è facile essere davvero splendide e splendenti: lo stile di vita segnato da un’alimentazione spesso poco attenta, da poco sonno, e dallo smog influisce negativamente sulla nostra pelle, rendendola inesorabilmente più spenta. Una pelle luminosa è sinonimo di freschezza e salute, e se modificare significativamente il nostro stile di vita non basta, possiamo aiutarci correndo in profumeria a procurarci una magica soluzione: l’illuminante; non sarà miracoloso come un siero di eterna giovinezza, ma usato bene riesce davvero a fare la differenza in poco tempo, cancellando momentaneamente i segni del troppo stress dalla pelle.
Come tutte le magie, però, bisogna conoscere la formula dell’incantesimo: creare la base giusta per l’applicazione, scegliere la formulazione che meglio si adatta al nostro tipo di pelle, e usare correttamente il prodotto sono le tre mosse fondamentali affinché il risultato aggiunga davvero quel magico effetto wow a tutto il viso.

1. La base
La base è importante perché dobbiamo a tutti i costi scongiurare l’effetto palla da discoteca: l’illuminante aggiungerà dei punti luce, e perciò è fondamentale che il resto del viso non sia già di per sé troppo lucido o – peggio ancora! – luccicante. Bando dunque a ciprie e fondotinta shimmer, glitterati, perlescenti, e via libera a tutti i prodotti neutri e opachi: in questo modo potremo intervenire efficacemente con i punti luce dell’illuminante solo nelle zone in cui ci interessa davvero avere più luce.

2. Formulazione, colore, finitura
La scelta è davvero ampia: crema e polvere, toni caldi e freddi, opaco e shimmer. Per quanto riguarda la scelta della formulazione, come nel caso di altri prodotti di cui abbiamo parlato, è importante valutare il nostro tipo di pelle: una pelle secca tollererà meglio una formulazione cremosa, dall’effetto quasi bagnato; mentre una pelle più grassa avrà migliori risultati con le polveri. Consideriamo anche la stagione: in estate si suda di più, siamo già naturalmente più lucidi, e la formulazione cremosa potrebbe non essere adatta neanche alle pelli più secche; inoltre, l’illuminante in crema dura un po’ di meno rispetto a quello in polvere, che come difetto ha invece una minore precisione nell’applicazione.
Il colore è una scelta critica, perché deve uniformarsi perfettamente con il resto dell’incarnato eppure deve spiccare come “colpo di luce”. Come regola generale, però, su una carnagione chiara si intonano meglio i toni del rosa, mentre su una pelle più scura (o abbronzata) è meglio utilizzare sfumature più calde (dorate, ad esempio).
E infine, opaco o no? Per un trucco più discreto, e un’illuminazione “tattica” – abbinata magari al contouring – i prodotti opachi sono l’ideale: si fondono perfettamente con il resto del trucco e regalano un risultato d’insieme armonico. Se invece siamo in vena di un make-up da red carpet, dove la luce del volto deve dominare su tutto – anche sui flash dei fotografi – allora possiamo sbizzarrirci con prodotti perlescenti o arricchiti da minuscoli glitter.

3. Come si usa?
Lo ammetto: quando vedo il mio viso particolarmente intristito dallo stress, ho la tentazione di lavarmi la faccia con l’illuminante! Ma so bene che non è così che si ottiene il massimo da questo prodotto: anzi, è bene dosarlo con attenzione per dare l’impressione che stiamo davvero splendendo di luce propria. Zona numero uno da illuminare: gli zigomi; spostandoci verso gli occhi, anche l’arcata sopraccigliare va illuminata, per dare più luce a tutto lo sguardo, e “alzare” le sopracciglia, riducendo così la pesantezza degli occhi (facendoci apparire più giovani e/o meno stanche). Definire con l’illuminante l’arco di cupido delle labbra e la punta del naso serve a creare piccoli e discreti punti di luce e ad attirare l’attenzione su un punto importante come la bocca. Infine, possiamo dare un tocco di “glow” anche al centro della fronte e al mento, ma senza esagerare: ricordiamoci che la magia è illuminare il viso con pochi abili tocchi magici!

Poco, ma buono: questo è il segreto dell’illuminante, e adesso che conosciamo tutti i trucchi per usarlo bene, saremo luminose e belle come il sole!

Stella


ARTICOLI CORRELATI

FACEBOOK