Restiamo in casa, restiamo bellissimi

Prendiamoci cura di noi stessi anche in casa: ecco come

Sono giorni difficili, quelli che stiamo vivendo: siamo chiamati a essere uniti rimanendo distanti, ciascuno nella propria abitazione, per il bene e la salute di tutti. Uscire il meno possibile, osservare regole che non avremmo mai immaginato di dover seguire: la nostra vita è cambiata, ma dobbiamo impegnarci al massimo per rispettare quanto ci viene chiesto, in modo da riprenderci “la normalità” il più presto possibile.
Ma anche in casa possiamo prenderci cura di noi stessi, sia del corpo che della mente; insomma: della nostra Bellezza, in tutti i sensi!

Cerchiamo, per quanto possibile, di mantenere una certa regolarità anche tra le mura domestiche: dobbiamo innanzitutto comprendere e accettare che non potrà essere la stessa routine di prima, ma una volta fatto questo, siamo pronti a organizzare in modo diverso le nostre giornate, per ridurre al minimo il senso di frustrazione di una situazione decisamente anomala, e – perché no – provare anche a sentirci meglio, con noi stessi e con gli altri, e prepararci al momento in cui torneremo finalmente “lì fuori”.
Con i consigli della nostra meravigliosa squadra di influencer, vi stiamo tenendo compagnia sui social con il progetto #belliacasa: consigli di vita quotidiana per affrontare nel modo migliore questo momento.
Ma anche dai nostri archivi si raccoglie un insieme di preziosi suggerimenti per il relax (adesso utile più che mai), il lavoro (smart), la bellezza (per riconoscerci allo specchio e tenere su il morale), la casa (che è il posto dove adesso passiamo davvero tantissimo tempo).

Iniziamo dal principio: il suono della sveglia! Molti lo odiano, spengono e si girano dall’altra parte “ancora cinque minuti”, altri invece riescono ad attivarsi subito. In queste settimane di cambiamenti, proviamo a testare la nostra capacità di essere una “morning person”, e capire se fa per noi. Teniamo presente che siamo pur sempre in primavera, e che quindi potremmo avere qualche difficoltà nell’avere un sonno regolare, complice anche l’ansia del periodo: dalla crema notte giusta alla scelta delle lenzuola, ecco qualche consiglio per una buona dormita, il vero segreto di tutte le “morning person”.

Molti hanno scoperto (o riscoperto) gioie e dolori dello smart working: il bello è rimanere a casa, non dover affrontare il traffico, i mezzi pubblici, quel collega che proprio non ci va giù, e in alcuni casi l’obbligo di giacca e cravatta o tailleur non proprio confortevoli. Il rischio però è non staccare mai, e vivere delle lunghe interminabili giornate lavorative con la scusa di avere l’ufficio in casa. Niente di più sbagliato! Impariamo a dividere la giornata tra ore dedicate al lavoro e ore dedicate allo svago e al riposo.
L’altro rischio è quello di lasciarsi andare un po’ troppo sul fronte comodità. Certo, lavorando da casa possiamo certamente stare un po’ più comodi (senza restare perennemente in pigiama!), ma che fare se dobbiamo presenziare a una call dove è opportuno mostrarsi anche in video? Rimanere in tuta potrebbe non essere la scelta migliore, se non si tratta di colleghi con cui siamo in confidenza, ma neppure mettersi in tiro è opportuno: saremmo davvero poco credibili! In questo caso i nostri alleati sono due: il trucco invisibile e il messy bun, un’acconciatura solo in apparenza spettinata, ma che dà subito un’allure sofisticata e un po’ francese!

In ufficio capita di fare delle piccole pause insieme ai colleghi, andare insieme a prendere un caffè, sgranchirsi un po’ le gambe: non perdiamo quest’abitudine anche a casa! Siamo costretti tante ore su una sedia, ma non è detto che non dobbiamo tenerci allenati per impedire l’arrivo di torcicollo e mal di schiena: abbiamo a portata di mano un comodissimo tutorial per fare un po’ di ginnastica in ufficio, ovvero nella nostra piccola postazione di smart working.

Anche la pausa pranzo diventa un momento per prendersi cura di sé: basta panini al volo, pranzi fuori non proprio salutari; approfittiamo dello stare in casa per pianificare il menu di tutta la settimana (e anche oltre, così da uscire il meno possibile per la spesa!) e nutrirci finalmente come si deve! Ecco qualche piccolo consiglio per un’alimentazione sana e che per giunta fa bene alla pelle.

Prendiamoci cura anche della nostra casa, e facciamo finalmente tutti quei lavoretti che non abbiamo mai modo o tempo di fare; uno su tutti: il decluttering. Liberarsi del superfluo è quasi catartico, ci farà sentire subito meglio. Teniamo da parte ciò che vorremmo donare, per quando sarà possibile farlo, e buttiamo via senza pietà nella differenziata le cose che proprio non possono più essere utili a nessuno. Come si fa e a cosa serve? Ecco una guida che abbiamo scritto per voi sul potere del decluttering e qualche istruzione più dettagliata per un perfetto riordino dei cassetti beauty.

E a proposito di beauty: non possiamo andare a rifarci le unghie, ma con più tempo in casa possiamo certamente attrezzarci per allestire un piccolo salone di bellezza casalingo! Ecco una guida alla perfetta manicure domestica e – già che ci siamo – a come scegliere una maschera perfetta, magari da tenere in posa mentre sistemiamo lo smalto.

Per chiudere la giornata letteralmente in bellezza, e provare ad alleviare un po’ la tensione, possiamo concederci infine un bagno caldo, eterno toccasana che può servire anche in questo difficile momento. Preparare il bagno sembra facile, ma non si tratta solo di riempire una vasca con l’acqua calda, ve lo abbiamo svelato qui.
Prima di metterci a letto, non dimentichiamo che anche la pelle è stressata: non trascorriamo più tanto tempo esposti agli agenti atmosferici e inquinanti, ma anche rimanendo in casa, magari truccate per quella famosa videoconference, la pelle del viso non va trascurata.
Una buona night routine è quello che ci vuole: le piccole abitudini sono tra le cose più preziose per superare nel modo migliore questo momento, restando in casa e prendendoci cura di noi stessi e – da vicino o da lontano – delle persone care.


ARTICOLI CORRELATI

FACEBOOK