#iorestoacasa, io mangio bene!

L’importanza dell’alimentazione giusta durante il lockdown: per rimanere in forma, sentirsi bene, e contrastare il malumore

Nonostante la situazione stia pian piano migliorando, è necessario trascorrere ancora qualche tempo in casa; anzi: proprio perché le cose vadano ancora meglio, è importante che restiamo a casa.

È altrettanto importante mantenere uno stile di vita sano, cercare di conservare e integrare il più possibile abitudini buone, per mantenerci in forma, in salute, e supportare l’umore, cosa che non va affatto sottovalutata.
Oltre a una nuova routine, adatta a una vita per molti aspetti diversa da quella di poco tempo fa, non possiamo trascurare l’alimentazione: sperimentazioni ai fornelli, comfort food, piccole trasgressioni vanno bene; ma non dobbiamo dimenticare di mantenere una dieta sana per far sì che il nostro corpo e il nostro spirito siano in grado di affrontare le prossime settimane – e poi il rientro graduale alle vecchie abitudini – nel modo migliore.

Un’alimentazione equilibrata riduce il senso di pesantezza e apatia che può accompagnare spesso le giornate che stiamo vivendo, aiuta la regolarità intestinale e dunque riduce il gonfiore (e lo spauracchio che, una volta “fuori”, i pantaloni possano non entrarci più!), e fornisce all’organismo i nutrienti necessari a mantenere bene in funzione il nostro alleato più prezioso: il sistema immunitario.

Le parole d’ordine per stilare la lista della spesa, oltre a “gusto” devono essere “leggerezza” e “digeribilità”. Il nostro stile di vita al momento è certamente meno attivo, e bisogna fare i conti con un diverso fabbisogno calorico per evitare di appesantirci inutilmente.
Le nostre migliori amiche sono dunque le verdure, preferibilmente di stagione e cotte in modo da preservarne al massimo i nutrienti. I legumi saranno preziosi invece per il loro apporto di proteine, senza le controindicazioni di quelle della carne! Con la primavera letteralmente fuori dalla porta, in tutti i sensi, possiamo sbizzarrirci con ricche insalate, anche a base di cereali come farro, orzo, riso integrale (ma anche riso venere e riso rosso), quinoa e bulgur.
Via libera anche al pesce (meglio se pesce azzurro), per il suo apporto nutritivo, in particolare di proteine cosiddette “magre”, ovvero con basso apporto lipidico.

Facciamo invece attenzione a uova e formaggi, che non sono da bandire, ma che vanno consumati in porzioni ridotte e non troppe volte alla settimana; “si salva” invece lo yogurt, che possiamo consumare anche quotidianamente come spuntino o condimento: grazie ai suoi batteri “buoni”, utili per il nostro intestino, aiuta il corpo a funzionare meglio.

Frutta (fresca e, in minori quantità, anche quella secca), e tisane, infine, aiutano a integrare ulteriormente l’apporto di preziose vitamine e a sollevare uno scudo antinfiammatorio; in particolare, tisane, estratti e succhi contribuiscono anche a mantenere un buon livello di idratazione, che resta sempre importantissima!
Non ci resta che preparare una lista della spesa consapevole, e prenderci cura di noi stessi anche stando a tavola: cominciando dall’interno, del corpo e di casa!


ARTICOLI CORRELATI

FACEBOOK