I prodotti giusti per l’abbronzatura perfetta

Come usare al meglio creme solari, doposole, e tutti i prodotti che aiutano ad abbronzarsi senza danni per la pelle

Il gesto più importante e più naturale di questa stagione è quello di spalmarsi la crema solare prima di uscire di casa: che si tratti di una giornata al mare, o di una semplice uscita in città, proteggersi è importantissimo, perché i raggi del sole colpiscono allo stesso modo ovunque. Ma dietro questo gesto si nasconde un mondo: siamo sicuri di sapere tutto su come trarre il meglio da questo prezioso alleato contro eritemi, scottature, e patologie della pelle?

Ad esempio, se state iniziando a prepararvi all’estate tirando fuori i vecchi solari avanzati, abbiamo una notizia da darvi: la data di scadenza sulla confezione (rappresentata dal simbolo di un vasetto aperto con la dicitura dei mesi di durata del prodotto) è da tenere particolarmente in considerazione. Con il tempo, l’efficacia della protezione si affievolisce, fino a svanire quando il prodotto arriva alla sua scadenza: ecco perché bisogna fare un controllo accurato e disfarsi dei solari scaduti senza pietà, ma sempre secondo le regole di smaltimento dei cosmetici (o trovandogli usi alternativi, come la pulizia del metallo ossidato).

Un altro passo importante è scegliere la protezione adeguata, iniziando sempre con SFP (fattore di protezione) alto, per poi diminuirlo di poco e gradualmente man mano che ci si abbronza. Ma attenzione: non si possono usare due creme con SFP basso per ottenere maggior protezione. Ad esempio, un solare con SFP 20 e uno con SFP 30 non proteggono la pelle come uno con SFP 50, dunque meglio attrezzarsi e regolare i propri acquisti di conseguenza. Il lato positivo è che anche utilizzando sempre la massima protezione l’abbronzatura arriva comunque! Ci mette un po’ di più, ma in compenso sarà più omogenea e resistente.

Se invece avete fretta, sì agli “acceleratori” dell’abbronzatura – prodotti che stimolano la produzione di melanina – purché anch’essi dotati di fattore di protezione adeguato o comunque abbinati a un prodotto con protezione solare. 

A proposito di prodotti specifici, teniamo a mente che esistono anche le creme solari con formulazioni specifiche per il viso: adatti a proteggere un tipo di pelle più delicata e sottile, questi prodotti contengono spesso anche elementi che aiutano a contrastare l’invecchiamento; quando si dice “unire l’utile al dilettevole”!

E se invece il danno è fatto, e non siamo riusciti a evitare una scottatura? Ricordiamoci del preziosissimo doposole: non può in nessun caso essere utilizzato al posto della crema solare, ma serve a lenire eventuali scottature (anche se potrebbe essere necessario integrare con altri prodotti), e soprattutto a reidratare la pelle stressata e resa secca dall’esposizione al sole. 

Adesso il mondo dei prodotti per proteggerci dal sole e per un’abbronzatura perfetta non ha più segreti: ricordiamoci di applicare la crema con SFP almeno ogni due ore (anche se si tratta di creme waterproof) e prepariamoci a un’estate con una pelle dorata, perfetta e soprattutto sana! 


ARTICOLI CORRELATI

FACEBOOK