Do/Don’t – Capelli lunghi e bellissimi

Per avere bellissimi capelli lunghi, non basta solo non tagliarli mai

Di fronte a una persona con i capelli molto lunghi e sani, la domanda che tutti fanno è “come fai ad averli così lunghi?”. La risposta più ovvia è “basta non tagliarli”, ma questo è sufficiente ad avere capelli lunghi, non garantisce però che siano sani.
Una chioma folta e in salute ha bisogno di particolari cure e attenzioni, ecco qualche pratico consiglio su cosa fare e cosa evitare per salvaguardare i capelli dalla radice alle punte.

DO – Una maschera una volta a settimana
Quello che sembra soltanto un vezzo, una coccola di una beauty routine dove ci si può concedere più tempo, è in realtà un’azione utile alla salute dei capelli. La maschera nutre tutte le lunghezze e fa in modo che i capelli non si spezzino, permettendogli così di crescere.
È vero, occorre del tempo per tenere la maschera in posa, ma è tempo ben speso: basta farlo una volta a settimana, i risultati ci ripagheranno di ogni sforzo fatto per trovare tempo utile.

DON’T – Non lavarli troppo
Lavare i capelli troppo spesso può stressare il cuoio capelluto e dunque renderli inclini a sembrare sporchi più velocemente. Anziché sottoporre la cute a un continuo trattamento con shampoo e altri prodotti, possiamo spazzolare i capelli più volte durante la giornata, in modo da far “arieggiare” la chioma, eliminare un po’ dell’opacità dovuta a polvere e inquinamento, e restituirle un po’ di luce. In commercio esistono inoltre prodotti specifici per ravvivare la piega senza ricorrere troppo spesso allo shampoo, e anche dei veri e propri profumi con formulazioni specifiche per i capelli.

DO – Proteggerli durante il sonno
Non bisognerebbe legare i capelli in code o chignon troppo stretti – men che meno durante la notte – per evitare fastidiosi mal di testa. Però è utile legarli con uno “scrunchie”, un elastico morbidissimo e molto in voga negli anni Ottanta, tornato in auge quest’anno. Uno chignon morbido o una treccia non tiratissima aiutano a tenere i capelli protetti dallo sfregamento con il cuscino, e quindi evitano la formazione di nodi, che sono il nemico numero uno dei capelli lunghi!

DON’T – Esporli a calore eccessivo
Il calore del phon, almeno un po’, è inevitabile. In qualche caso, si aggiungono anche piastra o arricciacapelli. Il calore utile alla messa in piega è in realtà molto pericoloso per la salute dei capelli, soprattutto quando sono molto lunghi e dunque sottoposti per molto tempo allo stress di spazzole o piastre roventi. Perciò è fondamentale non esagerare e soprattutto proteggere sempre tutte le lunghezze con un apposito prodotto termoprotettore.

DO – Sciacquare con acqua fredda
Dare ai capelli una veloce passata d’acqua fredda è uno dei consigli della nonna per una chioma sana e lucente. Perché l’acqua fredda aiuta a “chiudere” le piccole squame che si trovano lungo il capello, e dunque lo rende di fatto più lucido e meno incline a traumi che possano causare le doppie punte. Attenzione, però: è un trucchetto che va applicato solo sulle lunghezze; l’acqua fredda sulle radici, oltre a stressare il cuoio capelluto, è decisamente spiacevole!

DON’T – Spazzolare i capelli dalla radice
Il gesto di spazzolarsi dalla radice alle punte sembra il più ovvio da compiere, ma in questo modo trasciniamo i nodi dall’alto verso il basso, accumulandoli tutti sul fondo come una palla di neve che rotola su un piano inclinato diventando sempre più grande e pericolosa.
Per preservare una lunghezza importante, è fondamentale spazzolarsi partendo da una piccola porzione di capelli in basso; districata la prima parte, ci si sposta più in alto, su una zona altrettanto grande, e così via fino a raggiungere le radici. Solo quando avremo liberato dai nodi tutta la lunghezza, una frazione per volta, potremo definire la piega spazzolandoci dalla radice verso le punte.

Il vero segreto per i capelli lunghi, dunque, è non tagliarli; ma il segreto per avere bellissimi capelli lunghi è prendersene cura con piccoli gesti quotidiani, e i prodotti giusti a proteggerne la salute.


ARTICOLI CORRELATI

FACEBOOK