Acconciamoci per le feste!

Le festività natalizie sono il momento migliore per sperimentare nuove acconciature e scegliere accessori per trasformare il nostro solito look

Durante le feste ci sono molti modi per truccarsi (ne abbiamo parlato anche noi qui e qui), ma un look natalizio o di capodanno è impeccabile solo se accompagnato da una degna acconciatura.
Come creare dunque uno stile perfetto e resistente, a prova di party?

Il nostro alleato migliore non è la lacca, ma sono gli accessori; su tutti, un grande classico: il cerchietto. Per tenere in ordine i capelli lasciandoli sciolti è la soluzione migliore, e si adatta anche a pettinature raccolte, come una coda di cavallo un po’ spettinata e con ciuffi ribelli da tenere a bada; durante le feste – grazie a un diffuso revival di quest’oggetto – c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Dalle versioni più classiche e sofisticate in velluto bombato, anche nella variante in raso, o piatti con applicazioni in perle e strass, fino a estrosi intrecci di tessuto tartan o altri pattern più o meno a tema natalizio. E se avete voglia di osare, sappiate che sulle passerelle si sono viste sfilare modelle con cerchietti rivestiti in pelliccia sintetica coloratissima!

Un altro classico da rivisitare tra Natale e Capodanno è la treccia. Oltre a una normale treccia – bassa o alta – tenuta insieme da un fiocco più o meno estroso e a tema festivo (anche qui: dal tartan al velluto, fino ai glitter, tutto è concesso!), la versione più pratica e d’effetto è la cosiddetta “halo braid”: una treccia “aureola”, perché raccoglie i capelli che incorniciano il viso e prosegue fino alla nuca (dove diventa una treccia normale o un elegante chignon); una vera e propria coroncina di capelli, utile a non avere ciocche indisciplinate che ci fanno apparire in disordine e danno fastidio mentre siamo impegnate a tavola.
La treccia a cascata è invece un compromesso tra capelli raccolti e chioma in libertà: funziona come la cara vecchia “mezza coda”, solo che le ciocche non vengono semplicemente raccolte dalle tempie e legate in una piccola coda dietro la testa, ma vengono intrecciate in modo più o meno articolato a seconda dell’abilità di chi si cimenta in quest’acconciatura semplicissima ma con un tocco in più.

Nella carrellata degli stili più adatti alle feste non può mancare lo chignon! In questo caso, facciamoci furbe: se prevediamo di trascorrere lunghe ore con un’acconciatura, evitiamo lo chignon tiratissimo e perfetto – quello delle ballerine, per intenderci – scongiurando così un mal di testa praticamente assicurato; affidiamoci piuttosto a volumi più morbidi, messy bun o chignon bassi che aiutano a distribuire in modo più salutare il peso dell’acconciatura.

Per le occasioni in cui invece raccogliere i capelli non è una priorità, sperimentiamo pure con le beach waves che, nonostante il nome, sono perfette anche in inverno. In versione più wild o con un finish più definito e impreziosito da fermagli in strass applicati lungo le curve.
In qualunque modo sceglieremo di sistemare i capelli, ricordiamo sempre che un accessorio anche piccolo può rendere speciale la più semplice delle acconciature: approfittiamo delle feste per osare, sperimentare, divertirci, e – perché no? – spettinarci!


ARTICOLI CORRELATI

FACEBOOK